Archivi tag: freddo

Come scegliere il blush

Il blush è uno dei prodotti di make-up più amati dalle donne, perché ci aiuta a donare al viso un aspetto sano, luminoso e fresco. In particolare durante l’inverno, quando l’incarnato è spento o ingrigito, il blush è quel prodotto che ci regala un colorito sano e naturale.

blush-2

Quale colore di blush scegliere?

Meglio rosati o pescati? Caldi o freddi? Shimmer o opachi? Non ci sono regole generali, ma è bene scegliere la nuance giusta, ovvero quella più adatta alla tonalità della nostra pelle.

Innanzitutto, è consigliabile armonizzare il colore del blush al proprio sottotono di pelle: blush rosa dal sottotono blu (nella foto a sinistra) staranno meglio su incarnati freddi, mentre blush pesca aranciati (nella foto a destra) valorizzano incarnati caldi.

come-scegliere-il-blush.jpg

Sulla pelle dal sottotono neutro si fondono perfettamente quasi tutte le tonalità, così come i blush neutri sono perfetti su qualunque sottotono.

Come applicare il blush

Stendete il blush iniziando dal centro dello zigomo e sfumate verso le tempie. Mi raccomando: ne basta un velo per valorizzare l’incarnato ed evitare l’effetto “mascherone”.

Per un risultato ottimale, vi consiglio di considerare anche la tipologia di pelle: ad esempio, scegliete un blush in crema se avete una pelle secca, in polvere se avete una pelle grassa o mista.

Ricordatevi che i blush shimmer, luminosi e/o satinati aiutano a enfatizzare il volume degli zigomi, ma mettono anche in risalto anche la vostra forma del viso: se avete un viso paffuto, vi consiglio di evitare questo tipo di blush e di optare per uno opaco.

70f78305d581e2b6f03d761cc044c219

blush opachi hanno un effetto più naturale, donano un aspetto sano e sono perfetti sia di giorno che di sera. E voi, siete pronte per scegliere il blush che fa per voi? In genere, quale tipologia di blush preferite?

 

Sciarpe: tutti i modelli di tendenza e come indossarle

Oggi parliamo di un accessorio irrinunciabile per la stagione fredda: le sciarpe. Un capo adatto a tutte le super freddolose, ma anche un accessorio in grado di arricchire e completare ogni outfit.Vediamo le varie tipologie di sciarpa e alcuni suggerimenti su come indossarle.

Sciarpa tonda a scaldacollo. Utilissima quando fa freddo, può essere indossata in vari modi: molto morbida su décolleté, oppure accollata se portata sopra un giubbotto aperto. Questa tipologia di sciarpa rende di tendenza ogni outfit, e può essere abbinata a un abbigliamento casual o elegante. Un classico intramontabile è la sciarpa in lana o ai ferri: amata da tutte perché tiene caldo, è molto confortevole, e può ravvivare il vostro look. Se siete delle creative e sapete lavorare a maglia, potete crearne una voi secondo il vostro gusto, e avrete un accessorio originale da sfoggiare nelle giornate invernali.

Sciarpa extra large: la più trendy del momento. Potete indossarla come meglio credete in quanto è un accessorio molto versatile:  potete avvolgerla al collo, portala come una mantella, annodarla o lasciarla aperta e lunga. Può essere indossata  anche in un modo più particolare: possiamo far girare la sciarpa dalla parte anteriore alla parte posteriore del collo incrociando le estremità, lasciando i due lembi morbidi sulle spalle. Poi pieghiamo in due la maxi sciarpa e lasciamo la parte triangolare in evidenza,in perfetto stile country.

Sciarpa a mantella:  è una via di mezzo tra una classica sciarpa e un poncho, da portare sopra una giacca in pelle o un maglione pesante. Alcune hanno lo spazio per le maniche, altre hanno dei bottoni per chiuderle. Si può lasciare morbida aperta, oppure fermare con una spilla all’altezza delle spalle. Tra le fantasie più in voga ci sono quelle tartan e geometriche. Il tartan è la stampa per eccellenza delle sciarpe invernali: se volete avere uno stile trendy, vi consiglio di indossare il modello a scialle sopra un chiodo di pelle, oppure sopra un maglione in occasione di un evento in un ambiente chiuso.